Seleziona una pagina

Il riformista in edicola ed on line da Ottobre.

12 Settembre 2019

Il Riformista in edicola ed on line dal mese di ottobre, lo annunciano il nuovo editore Alfredo Romeo e il direttore Piero Sansonetti.

Il giorno ufficiale dell’uscita è il 15 Ottobre ma la redazione lavora per vedere di anticiparne l’uscita a giorno 8, in ogni caso di martedì perché l’uscita della testata è prevista 5 giorni la settimana esclusi al momento domenica e lunedì.
Una leggera variazione dei tempi rispetto a quanto annunciato a luglio dove si prevedeva l’uscita on line per giorno 20 dello stesso mese e l’edizione cartacea per settembre.

Ad oggi rimane comunque confermato che il debutto de il Riformista nella sua nuova edizione, avverrà a metà ottobre sia on line che in versione cartacea, la tiratura prevista è di 15 mila copie distribuite in tutti i capoluoghi di provincia ad esclusione, solo momentaneamente, di Sicilia e Sardegna.

Piero Sansonetti è il direttore della testata, che sta lavorando per definire lo staff dei collaboratori, circa 6 redattori e note firme del giornalismo. Anche l’edizione on line avrà un suo team con circa 5 addetti ed una propria redazione.
Il quotidiano sarà composto inizialmente da 12 a 16 pagine nella versione cartacea, il Riformista in edicola e on line manterrà il formato Berlinese, probabile un restyling alla grafica con il mantenimento dei colori ma non ci sarà l’aggettivo nuovo.

I primi di luglio c.a. l’avv. Alfredo Romeo, fondatore e patron dell’omonimo gruppo operante nel settore immobiliare e dei servizi alla P.A. ha acquistato il Riformista dalla Tosinvest divenendone l’editore. La testata è nata nel 2002 da un’idea di Claudio Velardi ed è stato diretto, nel corso degli anni, da note firme del giornalismo come: Antonio Polito, Stefano Cingolani, Paolo Franchi, Stefano Cappellini, Emanuele Macaluso e Piero Sansonetti, oggi nuovo direttore.

Uomo colto, di sinistra e garantista Il direttore Piero Sansonetti, è pronto a dare battaglie sui temi a lui cari: la carcerazione preventiva, la riforma carceraria, chi ha avuto modo di leggere i suoi articoli quando dirigeva Il Dubbio, dà per assodato che Il Riformista si occuperà certamente di politica, di giustizia e di cultura.

Su Affaritaliani, si legge che Sansonetti sembra aver dato ai suoi tre parole d’ordine: riformismo, garantismo e libertarismo e allora viene da pensare che, dato il complesso e mutevole contesto politico del momento, con il Riformista in edicola e on line da ottobre, ne leggeremo delle belle.